PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA PER LA SCUOLA PRIMARIA PER L'ANNO 2019/2020

Scarica qui la programmazione educativo didattica per la scuola primaria per l'anno 2019/2020

I nostri orari

Nell’elaborazione dell’orario scolastico, il criterio fondamentale è quello dell’equa distribuzione delle discipline e dei carichi di lavoro degli allievi nella settimana.

SCUOLA PRIMARIA

Gli alunni frequentano la scuola da 29 a 40 ore settimanali a discrezione delle famiglie.

ORARI PER L'ANNO SCOLASTICO  2021 - 2022

CLASSI SECONDA E TERZA:
- scaglioni orari d'ingresso dalle 7:45 alle 7:55
- inizio attività didattica alle 8:00
- pranzo o uscita alle 12:30
- entro le 14:15 uscita facoltativa
- uscita 16:15

CLASSI PRIMA, QUARTA E QUINTA 
- scaglioni orari d'ingresso dalle 7:55 alle 8:10
- inizio attività didattica alle 8:15
- pranzo o uscita alle 13:00
- entro le 14:30 uscita facoltativa
- uscita 16:30

I giorni di rientro obbligatorio sono:
 
LUNEDI': classi terza, quarta e quinta
MARTEDI': classi prima e seconda
MERCOLEDI': classi quarta e quinta
GIOVEDI': classi prima, seconda e terza. 

Dalle 14:30 alle 16:30, nei giorni in cui non ci sono lezioni pomeridiane, sono assicurati il servizio di doposcuola e la possibilità di prolungare l’orario con attività ricreative fino alle 17,45.

L'orario comprende anche:

2 ore di inglese (per la classe I e II); 3 ore di inglese (per la classe III, IV e V). 1 ora per ogni classe in modalità CLIL

2 ore di educazione motoria (per tutte le classi)

2 ore di educazione musicale (per tutte le classi)

1 ora di informatica CLIL (per le classi I, II e III); 2 ore di informatica CLIL (per le classi IV e V). 

clilProgetto CLIL

A partire dall'anno scolastico 2015/2016 in tutte le classi del nostro istituto è stato attivato il progetto CLIL. 
Il termine CLIL (CONTENT LANGUAGE AND INTEGRATED LEARNING) è usato come “termine ad ombrello”, riferibile ad una grande varietà di modelli di insegnamento e apprendimento della lingua straniera, in cui lingua e contenuto disciplinare si trovano ad essere integrati. Lo scopo dell'utilizzo di questa metodologia ha una duplice valenza: potenziare l'apprendimento della lingua inglese usata come mezzo per conoscere, approfondire, esprimere i contenuti di altre discipline; incrementare la conoscenza delle stesse.
Obiettivi:
  • Utilizzare la lingua inglese in ambiti diversi;  
  • Sviluppare un sistema integrato di collegamento con le altre discipline;
  • Stimolare interessi, curiosità e motivazione all’apprendimento;
  • Sviluppare diversi codici espressivi;
  • Ampliare e perfezionare le conoscenze linguistiche acquisite.
Tempi:
1h la settimana per ogni classe 
Metodologia:
Il percorso CLIL verrà sviluppato nell’ambito dell’orario della lingua straniera sotto forma di “esplorazioni ed espansioni ulteriori” di argomenti, già trattati in lingua madre, attraverso attività di tipo esperienziale o laboratoriale nella lingua straniera.
La programmazione annuale sarà riferita ai piani di studio ministeriali e d’istituto in un’ottica di flessibilità.
Per discipline quali scienze, arte, geografia e storia i contenuti verranno presentati principalmente in lingua inglese, privilegiando modalità didattiche che coinvolgano attivamente gli studenti, sia a livello individuale che in gruppo, anche con l’utilizzo di strumenti multimediali (computer, proiezioni). Per la programmazione di queste attività è previsto lo svolgimento di specifici incontri tra la docente specialista e la docente tutor. 

IMG 7470LABORATORIO DI INFORMATICA: PENSIERO COMPUTAZIONALE, CODING E CLIL

La pervasività dell’informatica e il suo essere indispensabile nella vita quotidiana hanno reso necessario l’inserimento del suo insegnamento nei processi formativi. (...) L’Informatica va insegnata, studiata e capita non tanto per formare bravi professionisti della disciplina, ma soprattutto perché la conoscenza dei suoi fondamenti contribuisce a formare e arricchire il bagaglio tecnico, scientifico e culturale di ogni persona. Essa, infatti, assume un duplice ruolo nell'insegnamento: da una parte ruolo culturale e formativo di disciplina scientifica di base (a fianco della matematica e delle scienze); dall'altra ruolo di strumento concettuale trasversale a tutte le discipline. L’ Informatica deve essere introdotta per le seguenti motivazioni culturali: la conoscenza dei contenuti fondamentali (syllabus) è substrato indispensabile per creare le premesse dell’utilizzo della logica nelle attività di organizzazione della conoscenza e nella costruzione delle competenze; la conoscenza di metodologie e tecniche di base della programmazione, dell’algoritmica e della rappresentazione dei dati è una risorsa concettuale particolarmente adatta per acquisire e saper usare competenze e abilità generali di problem solving; le abilità strumentali che consentono di usare i servizi offerti da Internet e dai cosiddetti software didattici, disponibili per ogni disciplina del curricolo, è ormai un presupposto essenziale per le scuole di ogni ordine e grado.” dal “Syllabus di Elementi di Informatica per la scuola dell’obbligo” (Miur, 2010)

L’informatica ha un suo modo distintivo di ragionare e operare, che la distingue dalle scienze esatte e dalla matematica, definito: PENSIERO COMPUTAZIONALE.
Il pensiero computazionale è un processo mentale per la risoluzione di problemi che consente di:
  • analizzare e organizzare i dati del problema in base a criteri logici;
  • rappresentare i dati del problema tramite opportune astrazioni;
  • formulare il problema in un formato che ci permette di usare un “sistema di calcolo” (nel senso più ampio del termine, ovvero una macchina, un essere umano, o una rete di umani e macchine) per risolverlo;
  • automatizzare la risoluzione del problema definendo una soluzione algoritmica, consistente in una sequenza accuratamente descritta di passi, ognuno dei quali appartenente ad un catalogo ben definito di operazioni di base;
  • identificare, analizzare, implementare e verificare le possibili soluzioni con un’efficace ed efficiente combinazione di passi e risorse (avendo come obiettivo la ricerca della soluzione migliore secondo tali criteri);
  • generalizzare il processo di risoluzione del problema per poterlo trasferire ad un ampio spettro di altri problemi.

Il pensiero computazionale fornisce, quindi, ai bambini strumenti concettuali per sviluppare competenze logiche, per affrontare molti tipi di problemi in diverse discipline e per risolverli in modo creativo ed efficace, per acquisire confidenza nel trattare la complessità e per comunicare e lavorare con gli altri al fine di raggiungere una soluzione condivisa.

Grazie al pensiero computazionale, l’alunno è stimolato ad utilizzare il mezzo tecnologico in modo attivo e consapevole, ma soprattutto a sviluppare abilità e competenze trasversali, è chiamato a mettere in gioco la sua creatività e a confrontarsi con gli altri, a sviluppare spirito critico nell’uso delle nuove tecnologie.

Possedere queste abilità significa saper “pensare come un informatico” (“thinking like a computer scientist”), cioè essere capaci di formulare un problema in modo che esista una soluzione computabile, che possa essere trovata in modo efficace da una persona o da una macchina, attraverso il CODING.

LE ATTIVITA’ EXTRA-SCOLASTICHE

Laboratorio di musica (pianoforte, violino, chitarra)

Il progetto musicale ha come obiettivo quello di offrire un approccio strumentale di base (violino, pianoforte o chitarra) con lezioni individuali o a piccoli gruppi che rinforzi l'alfabetizzazione musicale di base e che porti gradualmente alle prime esperienze di musica d’insieme.

Cambridge Young Learners English Certificate

Nel corso delle regolari lezioni curricolari di lingua inglese, gli alunni della classe IV e V ricevono la preparazione adeguata per sostenere gli esami internazionali Cambridge, ideati per ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado, e conseguire la relativa certificazione. Sarà la famiglia a decidere se far sostenere l’esame per ottenere la certificazione per il livello suggerito dall’insegnante (Starters, Movers o Flyers). L’insegnante accompagnerà gli studenti presso la sede di esame Cambridge per sostenere la prova. Il Cambridge English Language Assessment, ente della University of Cambridge, sviluppa e produce una gamma di qualifiche di lingua inglese riconosciute in tutto il mondo. I test valutano tutte e quattro le capacità linguistiche (ascolto, produzione scritta, parlato e lettura).

Nuoto

I bambini possono seguire un corso di nuoto presso la piscina Vigone, in collaborazione con l'Ente Sportivo Libertas Nuoto Torino, con servizio pulmino privato per il trasporto da scuola alla piscina Vigone e ritorno.

Tempi: 1 volta a settimana, il venerdì dalle 14,00 alle 16,45

Multisport

Il laboratorio di Multisport propone un percorso di avvicinamento alle maggiori discipline sportive (calcio, pallavolo, basket, atletica, tennis e ginnastica artistica) per gli alunni della scuola primaria, in collaborazione con l’associazione Rotolando.

Tempi: 1 volta a settimana, il lunedì dalle 16,30 alle 17,30 o il mercoledì dalle 16,30 alle 17,30

Laboratorio ludico teatrale in lingua inglese

Il corso è rivolto agli alunni della Scuola Primaria e si sviluppa da ottobre a maggio con cadenza settimanale, il giovedì a partire dalle 16,30 (classe I, II e III: 16,30 - 17,30; classe IV e V: 17,30 - 18,30)
Il corso ha come obiettivo quello di approfondire l’inglese divertendosi, con attività teatrali e ludiche guidate dall'insegnante madrelingua.
 
Tempi: 1 volta alla settimana, il giovedì dalle 16,30 alle 17,30 e dalle 17,30 alle 18,30
 
Per ulteriori informazioni e/o iscrizioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

RAPPORTO CON LE FAMIGLIE

Nella scuola primaria il rapporto con le famiglie assume un ruolo fondamentale per l'incidenza che tale riferimento implica nell'educazione del bambino.
Questo rapporto si esplica quotidianamente nella cura che la famiglia pone nell'accudire il bambino, nell'accompagnarlo nell'esperienza scolastica, nell'attivarlo ad una iniziativa e responsabilità personale. L'attenzione alle comunicazioni, la tempestività delle osservazioni e la reciproca stima sono semplici espressioni di un rapporto finalizzato al bene della persona.
Colloqui di iscrizione
Il momento dell'iscrizione alla scuola è la prima occasione in cui la famiglia incontra la scuola.Per questo è offerta a tutte le famiglie l'opportunità di un colloquio con la coordinatrice didattica e l'insegnante. La presenza dei genitori e del bambino permette una significativa conoscenza reciproca. Al colloquio segue la possibilità dell'iscrizione che viene effettuata secondo i termini fissati dal Ministero.
Colloqui personali
Sono momenti in cui, nel corso dell'anno o per esigenze particolari, genitori e insegnanti verificano il cammino del bambino, il livello raggiunto nell'apprendimento e si confrontano ed aiutano nel rispettivo compito. Ogni insegnante ha un orario settimanale di ricevimento; i colloqui sono fissati, tramite diario, su appuntamento.
Sono previsti colloqui individuali con le famiglie a metà del primo e del secondo quadrimestre e alla consegna della scheda di valutazione.
Partecipazione diretta
La presenza dei genitori all'interno delle forme di partecipazione collegiale (rappresentanti di classe, consigli di interclasse, Consiglio di Istituto) è occasione di approfondimento della proposta educativa e di collaborazione tra le famiglie.
Dall’a.s. 2015/2016 è stato istituito un “Comitato genitori” che collabora attivamente con la scuola per la raccolta di fondi, per la progettazione e attuazione di eventi ludico-ricreativi e attività di socializzazione e aggregazione.
Nell’occasione della festa del S.Natale ogni anno l’insegnante di musica dà la sua disponibilità a coinvolgere i genitori alla realizzazione di attività coreutico-musicali.

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie. Scopri di più cliccando su Privacy Policy . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information