MISSION

Il nostro obiettivo è costruire con ogni alunno una metodologia di ricerca propria e utile per sempre, che gli consenta un apprendimento critico e creativo. 
Il bagaglio essenziale che la scuola offre è costituito di un “sapere cosa” e, quindi, di contenuti, ma soprattutto di un “sapere come”, cioè di un sapere procedurale e di competenze trasversali (Cfr. “I contenuti essenziali per la formazione di base” a cura di R. Maragliano 1998).
L'impegno nella trasmissione del sapere è pari a quello posto nello sviluppo delle capacità che rendono unico e portatore di innovazione ogni essere umano: la creatività, l'affettività, la sensibilità, la capacità di comunicare.
Le molteplici forme di attività educative e di insegnamento sono attuate attraverso lezioni collettive, a piccoli gruppi, individualizzate e con l’apporto di laboratori allestiti all’interno della scuola o presenti sul territorio.

OPEN DAY

Apriremo le porte della nostra scuola primaria TUTTI I GIOVEDI' DALLE 10:45 ALLE 12:00, per darvi la possibilità di vedere, durante l'orario di lezione, come alunni e insegnanti lavorano insieme. Avrete quindi la possibilità di assistere alle lezioni di inglese in quarta, musica in quinta, informatica in prima oltre alle lezioni programmate dalle insegnanti di classe in seconda e terza. E' previsto un numero chiuso e la partecipazione è su richiesta via mail (info@istitutoprincipessaclotilde.it) o telefonica (011 547823).
 
Per chi desidera conoscere meglio e visitare il nostro istituto ecco le date dei prossimi open day:
sabato 18 novembre dalle ore 09 alle ore 13
sabato 13 gennaio dalle ore 09 alle ore 13
Per informazioni: scrivere a info@istitutoprincipessaclotilde.it oppure telefonare al numero 011 547823

Ecco la nostra scuola

Una breve presentazione degli ambienti della nostra scuola. Per conoscerci meglio vieni a trovarci in via Magenta 29, Torino

IL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Scarica qui il Piano dell'Offerta formativa 2017/2018

Scarica qui il Curricolo Verticale dell'Istituto

Scarica qui la scheda di Certificazione delle competenze al termine della scuola primaria

S

LOGO Principessa Clotilde
UNA PICCOLA GRANDE SCUOLA TRANQUILLA E SICURA NEL CUORE DI TORINO DOVE BAMBINI E RAGAZZI DA OLTRE 70 ANNI SONO ACCOLTI DA INSEGNANTI SPECIALIZZATI ED ATTENTI, MOTIVATI ED IN CONTINUO AGGIORNAMENTO.
La dimensione della nostra scuola permette un controllo regolare e costante dei bambini e delle attività svolte, dando ai genitori tutta la tranquillità nel lasciare i propri figli in un luogo protetto ed a misura di bambino
offriamo.
Un percorso formativo che permette di consolidare un valido metodo di studio ed una solida preparazione di base, grazie a metodologie didattiche tradizionali affiancate a quelle innovative e laboratoriali.
 
INGLESE: insegniamo l’inglese, la lingua del presente e del futuro, sin dalla scuola dell’infanzia con docenti madrelingua, per proseguire nella scuola primaria con il metodo CLIL (insegnamento di discipline curricolari in lingua inglese: storia, geografia, scienze, informatica), oltre a lezioni tradizionali, per potenziare l'apprendimento della lingua
 
INFORMATICA: gli alunni hanno la possibilità di avvicinarsi al pensiero computazionale e alla programmazione (CODING) e sono stimolati ad utilizzare il mezzo tecnologico in modo attivo, creativo e consapevole
 
MUSICA: oltre alle 2 ore settimanali dedicate alla musica in tutte le c
lassi, i bambini possono frequentare Corsi di Strumento Musicale nelle ore extrascolastiche (corsi individuali e semi-individuali di violino, pianoforte, chitarra)
EDUCAZIONE MOTORIA: promuoviamo il movimento come strumento pedagogico per dare ai nostri bambini l’opportunità di esprimere le proprie potenzialità attraverso il corpo e potenziare abilità motorie ed abilità tecniche di tipo sportivo o artistico-espressivo
 
LABORATORI ARTISTICI ED ESPRESSIVI: viene dato ampio spazio all’’arte in tutte le sue forme, come strumento per migliorare le capacità espressive, favorire l’apprendimento logico, matematico e linguistico, rafforzare la consapevolezza di sé, liberare le potenzialità creative
 
e a giugno quando la scuola finisce…c’è il nostro centro estivo: il CITY SUMMER CAMP con tanti laboratori in lingua inglese,  laboratori di informatica e musica, attività sportive, gite e attività ludiche
 

IL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Scarica qui il Piano dell'Offerta formativa 2017/2018

Scarica qui il Curricolo Verticale dell'Istituto

Scarica qui la scheda di Certificazione delle competenze al termine della scuola primaria

S

ORGANICO INTERNO

ENTE GESTORE: Cooperativa Sociale “Istituto Principessa Clotilde di Savoia”

PRESIDENTE DELLA COOPERATIVA: Carla Cornero

COORDINATRICE DIDATTICA PRIMARIA: Marilena Guagliardo

COORDINATRICE DIDATTICA INFANZIA: Zenda Macrì

INSEGNANTI SCUOLA INFANZIA

Susanna Cantu'

Zenda Macrì

Katia Papale

INSEGNANTI SCUOLA PRIMARIA

Alessia Grillo (classe prima)

Federica Casalegno (classe seconda)

Federica Gravina (classe terza)

Sara Picco (classe quarta e informatica)

Marilena Guagliardo (classe quinta)

INSEGNANTI SPECIALISTI:

Caterina Famà (educazione motoria primaria)

Roberta Argentero (educazione motoria infanzia)

Luisa Ottone (lingua inglese)

Maria Elisabetta Massé (educazione musicale primaria)

 

IDENTITA' CULTURALE

La scuola accoglie i bambini d'ambo i sessi, di ogni razza, religione e cultura, si ispira ai valori evangelici e assume come orizzonte di riferimento le Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell'Infanzia e del primo ciclo di istruzione (16 novembre 2012) e la Raccomandazione del Parlamento e del Consiglio d'Europa del 18 dicembre 2006, relativa alle competenze chiave per l'apprendimento permanente, definite sulla base delle linee guida della strategia di Lisbona in materia di formazione ed istruzione (2000).

La nostra scuola offre: educazione ai valori umani e cristiani; serio svolgimento dei Piani di Studio, solida base per lo sviluppo delle competenze globali dell'alunno, sempre al centro del percorso educativo e didattico; ambiente sereno e stimolante, in grado di contribuire alla formazione della personalità armonica dell'alunno; tempo di assistenza assicurato per l'intero arco della giornata.

IDENTITA' EDUCATIVA

Principio fondante di tutte le attività educative è la persona dell'alunno, chiamata a realizzare responsabilmente l'integrazione tra cultura e vita, cultura e fede.

Obiettivo generale, condiviso dal collegio docenti, è trasmettere ai bambini la base per un costante arricchimento: è necessario insegnare a “saper imparare” in qualunque momento della vita e ad acquisire una metodologia di ricerca utile per sempre. E' bene, infatti, far sì che i bambini “imparino ad imparare”, secondo il principio per cui “è meglio una testa ben fatta piuttosto che una testa ben piena” (cfr “Una testa ben fatta” di E. Morin, 1999) ed è bene apprendere un’attitudine generale a porre e trattare i problemi, a saperli collegare e organizzare per affrontare la complessità del reale. Occorre, quindi, “spronare l'attitudine indagatrice ed orientarla sui problemi fondamentali della nostra condizione e del nostro tempo” (E. Morin, 1999). Il bagaglio essenziale che la scuola offre deve essere costituito di “sapere che” cioè di nozioni, ma soprattutto di “sapere come”, cioè di un sapere procedurale e di competenze trasversali (cfr. “I contenuti essenziali per la formazione di base” a cura di R. Maragliano 1998).

All'interno dell'Istituto, attraverso la collaborazione e il proficuo confronto, l'impegno è quello di soddisfare i bisogni di tutti gli alunni nel modo più adeguato ed aggiornato, utilizzando al meglio i mezzi a disposizione per poter offrire pari opportunità a tutti. La scuola si attiva, pertanto, al fine di sviluppare le abilità proprie di ciascun alunno, a rimuovere gli ostacoli di apprendimento che impediscono il successo scolastico e a favorire la crescita umana, culturale e morale per un inserimento nella comunità sociale ai più alti livelli, nel rispetto della continuità del processo educativo.

E' compito dei docenti fare ricorso alla flessibilità di metodi, tempi, materiali ed esperienze in modo adeguato alle possibilità, risorse e stili di apprendimento di ciascuno. La scuola assume il compito di differenziare la propria proposta formativa, offrendo ad ogni alunno la possibilità di sviluppare al meglio le proprie potenzialità.

Le finalità educative comprendono:

  • alfabetizzazione: assicurare a tutti gli alunni il raggiungimento della capacità di codificare e decodificare una pluralità di linguaggi, la cui padronanza concorrerà alla loro formazione quali soggetti autonomi ed indipendenti aperti alla dimensione europea;
  • creatività: avviare alla padronanza di codici espressivi e promuoverne il potere produttivo, nell'ambito delle conoscenze acquisite;
  • criticità: sollecitare e promuovere, in modo puntuale e congruente, il pensiero critico e divergente; organicità: sviluppare un pensiero i cui aspetti emozionali, cognitivi e sociali si integrino armonicamente;
  • autonomia/socialità: concorrere alla maturazione del senso di responsabilità, dell'autonomia, della capacità decisionale e dello spirito di solidarietà;
  • sviluppare la capacità di porsi positivamente in relazione con coetanei e adulti; motivazione/consapevolezza dei propri miglioramenti: sollecitare il desiderio e il piacere di apprendere, nonché la consapevolezza di ciò che è stato appreso e dei miglioramenti effettuati;
  • educazione alla cittadinanza: promuovere l'interiorizzazione di norme di condotta e di valori ed incentivare lo sviluppo di atteggiamenti e comportamenti di accettazione e rispetto dell'altro, di dialogo, collaborazione, conoscenza nei confronti delle diverse culture;
  • rispetto dell'ambiente/rispetto della salute: favorire il senso di responsabilità verso le cose proprie e altrui, l'adozione di comportamenti sensibili alla difesa e valorizzazione dell'ambiente, naturale e non, che circonda il bambino; contribuire alla acquisizione dei principi fondamentali dell'educazione alla salute e della sicurezza;
  • intercultura: favorire la conoscenza e il rispetto di differenti modelli culturali e comportamentali proposti nel contesto in cui gli alunni sono inseriti;
  • promozione del benessere/star bene a scuola: attuare specifici percorsi per la costruzione di un clima relazionale positivo per alunni, genitori e docenti quale canale privilegiato per la prevenzione del disagio e la promozione dello stare bene a scuola.

IDENTITA' DIDATTICA

Nella scuola Primaria gli obiettivi di apprendimento fanno riferimento a conoscenze (il sapere) e abilità (il saper fare) e tengono conto delle disposizioni ministeriali via via emanate. Le molteplici forme di attività educative e di insegnamento sono attuate attraverso lezioni collettive, a piccoli gruppi, individualizzate e con l'apporto di laboratori allestiti all'interno della scuola o presenti sul territorio. Lo studente “non è ricettore passivo e riproduttore di un sapere, ma è coproduttore di una conoscenza da costruire e condividere” (cfr. M. Castoldi “Progettare per competenze”, 2011).

Seguendo quanto suggerito dalle Indicazioni Nazionali, si dà grande rilevanza a “l'esperimento, la manipolazione, il gioco, la narrazione, le espressioni artistiche e musicali, occasioni privilegiate per apprendere per via pratica quello che successivamente dovrà essere fatto oggetto di più elaborate conoscenze teoriche e sperimentali. Nel contempo, lo studio dei contesti storici, sociali, culturali nei quali si sono sviluppate le conoscenze è condizione di una loro piena comprensione. Inoltre, le esperienze personali che i bambini e gli adolescenti hanno degli aspetti a loro prossimi della natura, della cultura, della società e della storia sono una via di accesso importante per la sensibilizzazione ai problemi più generali e per la conoscenza di orizzonti più estesi nello spazio e nel tempo.

Ma condizione indispensabile per raggiungere questo obiettivo è ricostruire insieme agli studenti le coordinate spaziali e temporali necessarie per comprendere la loro collocazione rispetto agli spazi e ai tempi assai ampi della geografia e della storia umana, così come rispetto agli spazi e ai tempi ancora più ampi della natura e del cosmo”.

In particolare si adotterà una didattica multidisciplinare e laboratoriale, al fine di: rendere più flessibile ed efficace l'offerta formativa; progettare percorsi formativi interdisciplinari; garantire il diritto all'istruzione e al piacere di apprendere; dare unitarietà al sapere superando il frazionamento delle discipline e puntando alla ricerca delle connessioni tra loro, favorendo una pluralità di sguardi verso una realtà unica e scomponibile; curare le capacità comunicative e relazionali.

Viene sollecitata una relazione ricorsiva tra esperienza e conoscenza, teoria e pratica, nell'ottica di una conoscenza che muove da contesti reali e ritorna su di essi. La conoscenza è, inoltre, intesa come un evento complesso, globale, situato, multidimensionale.

L'Istituto intende promuovere un apprendimento che ha le seguenti caratteristiche:

  • è significativo: predisponendo esperienze che facilitano il processo di costruzione della conoscenza;
  • è plurale: promuovendo esperienze di comprensione attraverso molteplici prospettive; è autentico: inserendo l'apprendimento in contesti realistici e rilevanti;
  • è aperto: incoraggiando la padronanza e la libertà dei processi di apprendimento;
  • è sociale: inserendo l'apprendimento in un'esperienza collaborativa; è multimediale: incoraggiando l'uso di molteplici modalità di rappresentazione;
  • è metacognitivo: promuovendo la consapevolezza del processo di apprendimento.

Inoltre, il gruppo classe e, in maniera più ampia, la comunità scolastica è intesa come risorsa per la risoluzione del problema, è amplificatore e collettore delle potenzialità individuali, rappresenta un gruppo formativo, una risorsa costituita da un insieme di individui che portano nella classe o nella scuola differenti vissuti, prospettive culturali, diverse strategie e metodologie.

I docenti, nella loro attività didattica e valutativa, si avvalgono di strumenti di lavoro volti a documentare tutto il lavoro svolto, dalla progettazione alla valutazione. Quest'ultima viene intesa come una risorsa metacognitiva per il soggetto che apprende, uno strumento per promuovere e consolidare l'apprendimento.

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie. Scopri di più cliccando su Privacy Policy . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information